I Mercoledì bianchi di Bahar H.

Dal 16 al 23 ottobre prende vita il progetto Mercoledì bianchi, a cura di Quasi Quadro. Parte dall’opera dell’artista Bahar H. e vuole essere un momento di riflessione sull’emancipazione e sulla libertà del corpo femminile. 
In particolare, il progetto ha origine dalla condizione delle donne iraniane e sulla loro protesta contro l’attuale regime di Hassan Rouhani. Da tempo, infatti, il Governo di Teheran ha adottato provvedimenti repressivi nei confronti delle donne, accusate di assumere comportamenti e costumi ritenuti eccessivamente occidentali, e in contrasto con la tradizione islamica.
Questo clima ha provocato un diffuso malcontento nella popolazione femminile che negli ultimi anni ha intrapreso una serie di manifestazioni volte ad una rivoluzione non violenta, riaffermando la libertà sul proprio corpo.

Le donne iraniane portano avanti una battaglia volta all’emancipazione femminile in contrasto alle leggi sull’obbligo del velo. La normativa, infatti, impone di indossare l’hijab a decorrere dal compimento del nono anno di età, anche se nella prassi le autorità iraniane richiedono che si rispetti la norma dai sette anni. Per coloro che violano tale regola possono esservi sanzioni sotto forma di multa da pagare in contanti o con un periodo di detenzione che varia dai 10 giorni ai due mesi.
Da qualche anno le donne iranianesi ritrovano in luoghi pubblici ogni mercoledì prima del tramonto con al capo uno hijab bianco e durante il loro cammino se lo tolgono, mostrando fiere il loro viso e i capelli.

I Mercoledì bianchi vuole essere la forma e la concretizzazione di un movimento, durante il periodo della rassegna si prevede un workshop rivolto a studenti, artisti e cittadini finalizzato allo studio delle tematiche inerenti la mostra e alla preparazione per la perfomance di mercoledì 23 ottobre.
In particolare, oltre a prender parte ai seminari organizzati in collaborazione con Centro Interdisciplinare di Ricerche e Studi delle Donne e di Genere – CIRSDe, i partecipanti avranno l’occasione di intraprendere una preparazione mirata sulla gestualità del corpo in vista della perfomance e un percorso più intimo e personale con l’artista divenendo altresì performers in una serie di scatti fotografici in diversi luoghi della città di Torino.

PROGRAMMA WORKSHOP
Martedì 22 ottobre
h 10 - 12.30
Incontro e discussione con l’artista Bahar H. e gruppo curatoriale Quasi Quadro.
Preparazione per la performance.

Luogo: Bagni Pubblici di via Agliè, la casa del Quartiere di Barriera di Milano, Via
Agliè 9, 10154 - Torino.

Mercoledì 23 ottobre
h 10 - 12.30
Ritrovo nell’atrio del Rettorato dell’Università degli Studi di Torino in Via Giuseppe Verdi 8, 10124 Torino.
Scatti fotografici e riprese ad opera dell’artista Bahar H. in luoghi simbolo della Città di Torino.
Preparazione per la perfomance.
h 17.30
Perfomance dell’artista Bahar H. Rettorato - Piazza Castello
Flash mob con l’artista Bahar H. lungo via Po e in direzione di Piazza Castello. Il momento prevede il coinvolgimento dei cittadini, della comunità studentesca, delle
organizzazioni e degli enti che hanno preso parte all’iniziativa.
Tutti i partecipanti sono invitati ad indossare una fascia o una sciarpa di colore bianco in segno di riconoscimento.

MODALITA’ DI ISCRIZIONE
Il workshop è gratuito ed aperto a studenti, artisti, ricercatori e a chiunque sia interessato. Per info e/o iscrizione scrivere a info@quasiquadro.eu oppure contattare
il n. +39 345 43 22 492.

 

Giovedì 10 Ottobre 2019
Locandina
Area tematica: 
Ente di provenienza: 
Informagiovani Biella
Luogo: 
Torino
Provincia: 
Torino
Tipologia: 
Evento

Esplora 200 schede tematiche e 10.000 indirizzi utili. Registrati per salvare i tuoi contenuti preferiti e partecipare attivamente.

Ricerca uffici e sportelli