Difendo un diritto

Stampa

Stampa i contenuti selezionati

Conosci i tuoi diritti e chi può aiutarti a difenderli? Sai come funziona il sistema giudiziario? In questa scheda troverai informazioni per difendere un diritto che ti è stato negato: parliamo delle associazioni a cui rivolgerti per avere supporto legale, delle attività dell’avvocato e del giudice di pace e del funzionamento di un processo in tribunale.

Persona che mostra un manifesto sui diritti umani

Parliamo di...

Difendo un diritto

Nella vita di tutti i giorni può succedere di essere vittima di un torto, una truffa o, più in generale, subire la violazione dei propri diritti. Sapere come difendersi è essenziale per ottenere quanto ti spetta (per esempio, un risarcimento).

Le procedure sono molto complesse e conoscendo chi ti può aiutare (associazioni dei consumatori), a chi rivolgerti (avvocati e giudici di pace) e il funzionamento della giustizia (processi, gradi di giudizio, etc.) saprai come muoverti per tutelarti e intervenire per ottenere la difesa dei diritti che ti spettano.

Ci sono numerose situazioni in cui potresti aver bisogno di un supporto legale, ad esempio:

  • Quando un contratto che hai firmato o che hai fatto telefonicamente non è rispettato
  • Se sei stato vittima di una truffa e vuoi ottenere un risarcimento
  • Per risolvere discussioni su problemi di proprietà (vicinato)
  • Per richiedere risarcimenti in caso di incidenti o di errori medici, se è certa la responsabilità di una terza persona
  • Se ti è richiesto di pagare una multa che ti è stata assegnata ingiustamente o che è causata da un errore di un ufficio pubblico
  • Per ottenere il divorzio matrimoniale
  • Se ci sono problemi con successioni ed eredità
  • Se sei stato accusato di aver commesso un illecito (civile o amministrativo) o un reato e devi difenderti in giudizio.

Dove trovare aiuto

Difendere i tuoi diritti, da solo, può essere difficile: conoscere tutte le leggi e le pratiche necessarie è complesso per chi non si occupa di giurisprudenza.

In base al problema, puoi rivolgerti ad associazioni attive sul tuo territorio, che danno supporto in ambito legale. Spesso mettono a disposizione avvocati e offrono consulenze per i diritti negati: spesso rappresentano il primo riferimento utile per affrontare le situazioni di difficoltà.

Puoi trovare supporto contattando:

  • Associazioni e servizi contro la discriminazione (per saperne di più leggi la scheda Mi sento discriminato) che offrono supporto legale e psicologico in caso di discriminazione di genere, di orientamento sessuale e di identità di genere, razziale e per motivi religiosi o alle persone disabili
  • Associazioni dei consumatori (come Adiconsum, Federconsumatori, Altroconsumo, etc.) che si occupano di vigilare e tutelare i consumatori da truffe, raggiri, irregolarità con contratti di servizio, aumento ingiustificato dei prezzi, etc.
  • Associazioni di contrasto alla criminalità (come Libera, Addiopizzo, SOS Corruzione, etc.) che danno sostegno a chi si trova in difficoltà a causa di situazioni di illegalità e criminalità (per saperne di più leggi le schede Corruzione, Pizzo e usura e Lavoro nero)
  • Associazioni sociali e di tutela che aiutano persone in difficoltà (per esempio, famiglie con problemi economici, in pericolo di sfratto, senzatetto, etc.) e supportano i cittadini attraverso consulenze specialistiche
  • Camere di commercio che mettono a disposizione servizi di mediazione e conciliazione per risolvere dispute legali (prima di andare davanti a un giudice)
  • Associazioni di categoria (per conoscerle meglio leggi la scheda Associazioni di categoria) che hanno il compito di difendere i propri iscritti (solitamente professionisti di una determinata categoria lavorativa)
  • Sindacati che tutelano i lavoratori iscritti. I sindacati sono associazioni che aiutano i propri iscritti offrendo consulenze e supporto su temi specialistici (ad esempio con consulenze legali). Per saperne di più, leggi la scheda Sindacati.

Per i riferimenti di questi enti:

  • Controlla nella sezione Dove trovo info vicino a casa? di questa scheda
  • Chiedi allo sportello Informagiovani più vicino a te
  • Cerca sui motori di ricerca on line, digitando le parole chiave ‘associazione supporto legale’ o scrivendo il tuo problema con le parole ‘supporto’ o ‘aiuto’.

In caso di controversie con gli operatori delle telecomunicazioni (servizi di telefonia mobile e fissa, operatori internet, telefonia pubblica, servizi di televisione a pagamento), prima di ricorrere alla giustizia ordinaria, occorre rivolgersi al CORECOM (Comitato Regionale per le Comunicazioni) e richiedere il servizio gratuito di conciliazione (soluzione amichevole della controversia promossa da un soggetto neutrale). Per saperne di più consulta la pagina dedicata sul sito del Consiglio Regionale del Piemonte.

Per difenderti da ingiustizie ed errori della pubblica amministrazione (si parla in questi casi di cattiva amministrazione, alcuni esempi sono gli errori di trascrizioni, richieste di pagamenti non legittimi, etc.) puoi rivolgerti al difensore civico, un esperto in legge che tutela i cittadini. Per saperne di più sul difensore civico, sulle sue funzioni e su come accedere a questo servizio vai alla sezione Il difensore civico del sito del Consiglio Regionale del Piemonte. Trovi i riferimenti al paragrafo Dove trovo info vicino a casa?.

Rivolgersi a un avvocato

Per far valere i tuoi diritti affidati a un avvocato, un professionista che ti saprà consigliare e assistere in un'eventuale causa legale. L’intervento dell’avvocato varia in base alla situazione: va dalla semplice discussione con la parte avversa (la persona che ti ha fatto causa o a cui tu hai fatto causa), alla difesa della tua posizione davanti a un giudice in giudizio (in quest’ultimo caso la sua presenza è essenziale, perché la legge italiana prevede che nella maggior parte dei processi si sia rappresentati da un avvocato iscritto all’albo).

Per intervenire in procedimenti legali un avvocato deve essere iscritto a un apposito albo professionale: controlla che la persona a cui vuoi rivolgerti sia realmente iscritta, verificando sul motore di ricerca Trovare un avvocato del Portale europeo della giustizia, dove sono registrati gli iscritti agli albi di tutta Europa.

Ricorda che l’avvocato è un professionista privato che richiede un pagamento per il proprio lavoro (parcella): il costo per il suo intervento può essere anche molto alto. In alcuni casi, comunque, proprio come indicato nel paragrafo Dove trovare aiuto, è possibile avere il supporto di avvocati a tariffe agevolate o addirittura gratuitamente, rivolgendosi ad alcune associazioni.

Se non puoi sostenere il costo di un avvocato per motivi economici, fai richiesta di patrocinio a spese dello Stato (prima che l’avvocato inizi il suo lavoro). Per ottenerlo è necessario rientrare in particolari fasce di reddito: per scoprire la procedura e i requisiti per farne richiesta leggi Scheda pratica - Patrocinio a spese dello Stato nei giudizi civili e amministrativi e Scheda pratica - Patrocinio a spese dello Stato nei giudizi penali del Ministero della Giustizia o visita la pagina Patrocinio a spese dello Stato del Portale europeo della giustizia.

In alternativa la Regione Piemonte ha messo a disposizione due fondi di solidarietà per la copertura delle spese legali per alcune categorie di persone:

  • Fondo di solidarietà per il patrocinio legale alle donne vittime di violenza e maltrattamenti. Trovi maggiori informazioni alla pagina Contro la violenza di genere del sito della Regione Piemonte
  • Fondo di solidarietà per la tutela giurisdizionale delle vittime di discriminazioni. Trovi maggiori informazioni alla pagina Contro le discriminazioni del sito della Regione Piemonte.

Ricorda comunque che per accedere ai fondi bisogna scegliere un avvocato o un'avvocatessa iscritta negli appositi elenchi indicati dalla Regione Piemonte, informati con l'ufficio dell'Ordine degli Avvocati più vicino a te per sapere a quale legale rivolgerti, trovi gli uffici dell'ordine al paragrafo Dove trovo info vicino a casa.

La mediazione civile e commerciale

La mediazione civile e commerciale è un metodo alternativo alla giustizia ordinaria (che richiede il giudizio di un giudice del tribunale) per risolvere alcuni problemi o liti tra due o più parti. In questo tipo di procedura volontaria entrambe le parti nominano un mediatore imparziale (un professionista che deve essere iscritto all'albo dei mediatori) che li aiuta  a trovare un accordo che possa soddisfare le esigenze di tutti. Lo scopo della mediazione non è quello di ottenere un giudizio vincolante, ma è quello di raggiungere un consenso amichevole, evitando il ricorso alla giustizia ordinaria. Il vantaggio di questo tipo di procedimento è una risoluzione in tempi brevi e spese certe e prestabilite che variano in base al valore economico della lite.

Trovi l'elenco dei mediatori nell'Albo degli organismi di mediazione del sito del Ministero della Giustizia.

Per approfondire il tema della mediazione civile e commerciale visita:

Il giudice di pace

Molte controversie tra privati che richiedono il ricorso al sistema giudiziario sono affidate a un giudice di pace. Il giudice di pace è un magistrato che lavora in una determinata area geografica e che può decidere su piccole dispute in ambito civile e penale. In particolare il giudice di pace può giudicare cause per:

  • Far rispettare alcuni contratti di minor valore
  • Risolvere piccoli problemi di proprietà immobiliari e questioni di vicinato (per condomini e case private)
  • Incidenti stradali entro certi limiti
  • Fare ricorso contro multe
  • Piccoli reati che non prevedono il carcere tra le pene
  • Espulsioni e reati legati all’immigrazione.

Il giudice di pace decide quale delle parti in causa ha ragione, in alcuni casi assegna dei risarcimenti alla fine della causa o condanna al pagamento delle spese processuali.

Il giudice di pace ha anche la funzione di conciliazione, cioè di mettere d’accordo le parti evitando il ricorso alla causa: in questo caso agisce come paciere, cercando di trovare una soluzione di compromesso. La decisione presa è scritta in un verbale ufficiale e ha un vincolo legale tra le parti, anche se non c’è stata una sentenza.

Per trovare il giudice di pace più vicino a te usa il motore di ricerca Giustizia map del Ministero della Giustizia o vai al paragrafo Dove trovo info vicino a casa?.

Puoi trovare maggiori informazioni (costi, competenze, passaggi e tempi delle sentenze) sul giudice di pace sulle guide pratiche dedicate al tema sul sito del Ministero della Giustizia.

In tribunale

Le maggior parte delle cause si svolge in tribunale. Possono essere cause civili (dibattute nei tribunali civili) e penali (di competenza dei tribunali penali) in base al fatto di cui si discute. Caso a parte è il tribunale per i minorenni, che si occupa solo di alcune questioni (civili o penali) legate ai minori di 18 anni.

Sia chi cita in giudizio sia chi si difende deve essere rappresentato da un avvocato.

Un processo si può svolgere in tre gradi di giudizio:

  1. Il  primo grado si svolge, nella maggior parte dei casi, in tribunale. Il giudice raggiunge una decisione finale (sentenza)
  2. Una volta espresso il giudizio, la parte che ha perso può fare ricorso alla Corte d’Appello. Inizia così il processo di secondo grado che conferma, modifica o cancella la sentenza di primo grado
  3. Il terzo grado di giudizio è l’ultimo cui si può fare ricorso, è la Corte di Cassazione a decidere se la decisione del giudice di secondo grado è stata corretta. La sentenza della Corte di Cassazione è detta definitiva, perché non può più essere appellata.

Trovi i riferimenti di tribunali e corti d’appello al paragrafo Dove trovo info vicino a casa?.

Info da ricordare

  • Per maggiori informazioni sulle normative in Piemonte rispetto al rapporto tra cittadini e pubblica amministrazione leggi la sezione Accesso agli atti del sito della Regione Piemonte
  • I tempi dei processi possono essere molto lunghi, se sei in causa per avere un risarcimento considera con attenzione i costi da sostenere (avvocato, spostamenti, perizie, etc.) e i tempi richiesti per giungere alla fine: più a lungo dura il processo e più costerà
  • Piccole dispute (ad esempio di vicinato) possono essere risolte anche senza l’intervento di un giudice: a volte si può arrivare a una soluzione di compromesso
  • Se ci sono altre persone nella tua situazione, potete unirvi e rivolgervi a un solo avvocato, promuovendo una causa comune.

Cosa dicono le leggi?

è la normativa che definisce i concetti chiave sul tema della discriminazione, gli ambiti di intervento e le azioni di contrasto alla discriminazione. inoltre istituisce la rete regionale contro le discriminazioni in Piemonte e il Centro regionale contro le discriminazioni in Piemonte

Dove trovo info sul web?

presenta una sezione Come fare per, che ospita guide tematiche per privati e imprese. Le schede pratiche presenti coprono la maggior parte dei temi legati al sistema giudiziario italiano e sono uno strumento essenziale per imparare a muoversi all’interno della giustizia italiana.

è il sito del Consiglio Regionale del Piemonte, presenta una sezione che spiega le funzioni del Difensore civico, dove trovi tutti gli ambiti di intervento del difensore civico e le modalità con cui puoi usufruire di questo servizio. Ha anche una sezione dedicata al Corecom (l'organo di consulenza, di gestione e di controllo della Regione in materia di comunicazioni), a cui rivolgersi in caso di controversie con gli operatori delle telecomunicazioni (servizi di telefonia mobile e fissa, operatori internet, telefonia pubblica, servizi di televisione a pagamento).

è il sito dell’Unione Europea dedicato al sistema giudiziario dei Paesi dell’UE. Navigando con il menu presente sulla sinistra del sito accedi a informazioni sui diversi tipi di azioni legali e su come difendere i tuoi diritti, sia per i privati sia per le imprese. Essendo un sito europeo fornisce uno sguardo generale sul sistema giudiziario dei vari Paesi appartenenti all'Unione Europea.

Dove trovo info vicino a casa?

Caricamento dati...
 
Lista degli indirizzi

Riassunto

  • Se devi difendere un diritto che ti è stato negato rivolgiti ad associazioni e sindacati che possono aiutarti a trovare una soluzione o supportarti con legali specializzati
  • L’avvocato è l’esperto di leggi che ti rappresenta durante un processo legale, in Italia è obbligatorio avere un avvocato durante una causa penale o civile (nella maggior parte dei casi) per tutti e tre i 3 gradi di giudizio
  • Il giudice di pace è il magistrato che di solito si occupa delle cause più piccole tra privati. Tutte le cause che non possono essere giudicate da un giudice di pace finiscono nei tribunali civili, penali, minorili e amministrativi.
Ultima modifica: 23/05/2019

Esplora 200 schede tematiche e 10.000 indirizzi utili. Registrati per salvare i tuoi contenuti preferiti e partecipare attivamente.

Ricerca uffici e sportelli

News correlate

Vita sociale
Piemonte - In queste settimane di emergenza Coronavirus la Regione Piemonte  invita tutti a seguire scrupolosamente le misure ig
Vita sociale
Nichelino - È un evento completamente organizzato dai giovani del territorio che hanno voglia di far conoscere l’arte musicale lo
Evento
Vita sociale
Nichelino - A partire dall' 8 febbraio si aprirà la IV edizione, a Nichelino, di "Carri, Coriandoli, Chiacchiere
Evento
Vita sociale
Santena - Superare le paure, andando oltre i muri e le barriere grazie al teatro.
Evento
Vita sociale
Piemonte - La redazione di Piemonte Giovani si ferma per le festività.