Divento donatore (sangue, midollo osseo e organi)

Stampa

Stampa i contenuti selezionati

Questa scheda tratta argomenti legati alla salute. I contenuti hanno il solo obiettivo di orientare sul tema e non sostituiscono in nessun modo il parere medico​.

Vuoi compiere un gesto di solidarietà che può salvare la vita di altre persone? Lo sai che in Italia non ci sono donatori sufficienti per aiutare chi ha bisogno? In questa scheda troverai informazioni sul perché è importante donare il sangue, il midollo osseo e gli organi e su come diventare donatori.

Provette di sangue

Parliamo di...

Divento donatore

Chi dona sangue, organi o midollo osseo compie un gesto di solidarietà che può salvare la vita di altre persone. Donare è sicuro: la legge tutela i diritti del donatore e i prelievi sono fatti da professionisti e in strutture abilitate.

Prima di fare qualsiasi donazione devi sottoporti ad alcuni esami medici per assicurarti di avere i requisiti richiesti (per saperne di più vai al paragrafo Cosa dicono le leggi?). In generale, per donare è essenziale essere in buono stato di salute e seguire uno stile di vita adeguatamente sano (non fumare, non assumere droghe, non abusare di alcolici), ma ogni donazione richiede approfondimenti specifici.

Donare il sangue

Il sangue è indispensabile per molte terapie e situazioni di emergenza. Con la tua donazione puoi aiutare chi deve affrontare un intervento chirurgico, trapianti di organi, chi soffre di anemia cronica o ha problemi oncologici.

Per donare è necessario:

  • Avere tra i 18 e i 60 anni
  • Pesare più di 50 Kg
  • Essere in buono stato di salute (avere determinati valori minimi di battiti cardiaci e valori di pressione arteriosa)
  • Non aver fatto di recente tatuaggi o piercing, assunto droghe, abusato di alcool
  • Non avere malattie veneree e infezioni del sangue, come HIV/AIDS ed epatite
  • Evitare rapporti sessuali a rischio di infezioni sessualmente trasmissibili (per saperne di più leggi la scheda Infezioni sessualmente trasmissibili).

Per approfondire, leggi la pagina Diventa donatore di sangue della Federazione Italiana Associazioni Donatori di Sangue FIDAS.

Per scoprire se puoi donare:

  • Ti sarà richiesto di compilare un questionario, farai una visita medica, con il controllo del battito cardiaco, della pressione arteriosa e emoglobina, e un colloquio. Rispondi sinceramente alle domande, soprattutto a quelle sull’uso di alcol, droghe e sugli eventuali rapporti sessuali a rischio: informazioni che servono a garantire una maggiore sicurezza
  • Poi farai un prelievo di sangue: se risulti idoneo potrai firmare il modulo di accettazione e consenso alla donazione e fare la prima donazione.

Quando doni il sangue:

  • Il mattino del prelievo è preferibile essere a digiuno o aver fatto una colazione leggera
  • Devi lasciar passare almeno 90 giorni tra una donazione e l’altra: gli uomini possono donare il sangue quattro volte l’anno, le donne due.

Puoi donare il sangue rivolgendoti a:

  • Un’associazione per donatori di sangue, come AVIS o FIDAS
  • Un centro trasfusionale dell’ospedale più vicino a te.

Dopo essere diventato donatore riceverai un tesserino di riconoscimento, grazie al quale potrai essere identificato per fare le successive donazioni. Per i tempi e le modalità di consegna rivolgiti all’associazione o centro trasfusionale dove sei andato a fare la donazione.

Per gli indirizzi di associazioni e centri trasfusionali vai al paragrafo Dove trovo info vicino a casa?.

Per un approfondimento sul tema vai al sito del Ministero della Salute e alla pagina dedicata ai donatori di sangue.

Donare il midollo osseo

Il midollo osseo contiene cellule staminali, molto preziose perché sono in grado di dare origine alle cellule del sangue. Per questa ragione, può essere utilizzato per curare gravi malattie, come leucemie, talassemie e alcune malattie genetiche.

I requisiti per donare sono:

  • Avere un’età compresa tra i 18 e i 35 anni (in alcuni casi è possibile fino ai 55 anni)
  • Pesare almeno 50 kg
  • Non usare droghe
  • Non abusare di alcoliciEvitare rapporti sessuali a rischio di infezioni sessualmente trasmissibili (per saperne di più leggi la scheda Infezioni sessualmente trasmissibili)
  • Non avere malattie veneree e infezioni, come HIV/AIDS ed epatite, né quelle riportate nell’elenco presente sul sito dell’Associazione per i donatori di midollo osseo
  • Non essere in stato di gravidanza.

Per scoprire se puoi donare occorre fare un prelievo di sangue (non serve l’impegnativa del medico, basta la tessera sanitaria, e non è necessario pagare alcun ticket) e, in caso di idoneità, aderire al Registro Italiano Donatori di Midollo Osseo (IBMDR). Il prelievo serve a stabilire il grado di compatibilità tra donatore e paziente che deve ricevere il trapianto di midollo. I risultati dell’esame sono poi inseriti in un archivio elettronico collegato ad altri 51 registri internazionali. Se cambi idea e non te la senti più di fare la donazione, puoi farti cancellare dal registro in qualsiasi momento.

Se il tuo midollo è compatibile con chi ne ha bisogno, sarai contattato per la donazione. Dopo il trapianto, il tuo nome è cancellato dal registro. Puoi donare il midollo altre volte solo se lo stesso paziente ne ha di nuovo bisogno.

Il midollo osseo è prelevato in anestesia (totale o locale) dalle ossa del bacino (creste iliache) o da un braccio, dopo avere assunto un farmaco che promuove la crescita di cellule staminali nel midollo osseo e il loro passaggio al sangue circolante.

Per donare cellule staminali del midollo osseo rivolgiti ai centri trasfusionali negli ospedali e alle associazioni di donatori (trovi gli indirizzi al paragrafo Dove trovo info vicino a casa?).

Per maggiori informazioni leggi le Domande frequenti dell’associazione ADMO dedicata ai donatori.

Donare il sangue del cordone ombelicale

Le cellule staminali contenute nel sangue del cordone ombelicale asportato dopo il parto possono essere prelevate, analizzate, congelate e conservate in un’apposita banca cordonale ed essere utilizzate per il trapianto, quando si presenta un paziente compatibile.

Per acconsentire al prelievo, è necessario che una futura mamma firmi il documento in cui dichiara la sua disponibilità a lasciar conservare gratuitamente il campione nella banca cordonale. Il prelievo è fatto negli ospedali, o in cliniche private, convenzionati con la banca del sangue cordonale, dopo il parto della donatrice.

Per approfondire vai sul sito dell’Associazione Donne Italiane Sangue Cordone Ombelicale (ADISCO).

Donare gli organi

Donare gli organi (reni, cuore, fegato, polmoni, pancreas, intestino) e i tessuti (cornee, cute, ossa, valvole cardiache, vasi sanguigni) consente di aiutare e, in alcuni casi, salvare la vita, a molte persone.

La donazione di un organo può essere fatta:

  • In vita, puoi donare solo a parenti stretti (genitori, figli, fratelli e coniuge), salvo alcune eccezioni. La legge stabilisce che, in vita, si può: donare un rene, fare una donazione parziale di fegato, polmone, pancreas e intestino. Per saperne di più leggi la pagina La donazione degli organi tra viventi dell’Associazione Malati di Reni Onlus
  • In caso di morte cerebrale quando, pur avendo il cuore che batte, si constata che il cervello non funziona più e non potrà mai più funzionare a causa della distruzione delle cellule cerebrali. Per maggiori informazioni leggi la pagina Tutela del donatore del Centro Nazionale Trapianti del Ministero della Salute e il sito Donalavita.net del Coordinamento Regionale delle donazioni e dei Prelievi di organi e tessuti del Piemonte e Valle d’Aosta
  • In caso di morte cardiaca: in situazioni molto particolari, è possibile donare alcuni organi anche quando il cuore ha smesso di battere. Per maggiori informazioni leggi il sito Donalavita.net del Coordinamento Regionale delle donazioni e dei Prelievi di organi e tessuti del Piemonte e Valle d’Aosta.

In Italia donare gli organi è facoltativo: ogni cittadino maggiorenne può esprimere il suo consenso o dissenso esplicito in una delle forme indicate dalla legge pubblicate alla pagina Come donare del sito del Ministero della Salute. Una volta dichiarata la propria volontà, i parenti non potranno opporsi alla donazione. Nel caso in cui il donatore sia un minorenne, la decisione spetta ai genitori.

In Italia il numero dei donatori è ancora basso, ma sta aumentando anche grazie alle campagne informative organizzate da alcune associazioni (per un elenco leggi la pagina Associazioni di Settore del sito del Centro Nazionale Trapianti del Ministero della Salute).

Info da ricordare

  • Chi dona il sangue riceve gratuitamente ad ogni donazione i risultati di alcuni esami del sangue
  • Una persona può ricevere organi da persone esterne alla propria famiglia: l’organo che viene donato viene tollerato grazie all’utilizzo di farmaci che controllano il possibile rigetto
  • In Italia vendere o comprare organi è un reato
  • In Italia è possibile donare lo sperma e gli ovuli. Non sono ancora molti, tuttavia, i centri in cui è possibile fare la donazione (per saperne di più leggi il paragrafo Fecondazione medicalmente assistita della scheda Divento genitore)
  • Quando andrai a rinnovare la carta di identità, dichiara la tua posizione sulla donazione degli organi: verrà raccolta nel database del Ministero della Salute e potrà essere consultata in caso di morte encefalica
  • Un lavoratore o una lavoratrice dipendente (con un contratto a tempo determinato o a tempo indeterminato) che ha donato il sangue ha diritto a una giornata di riposo retribuita

Cosa dicono le leggi?

stabilisce i requisiti per donare il sangue e i criteri clinici e comportamentali per cui una persona può essere temporaneamente o permanentemente escluso dalla donazione di sangue.

definisce le componenti del sangue e delle cellule staminali, che possono essere donate, i diritti dei donatori, i soggetti che si occupano del prelievo del sangue e le modalità con cui deve essere conservato.

specifica i diritti dei donatori di midollo osseo, come e dove devono essere effettuati i prelievi.

definisce come è organizzato il sistema delle donazioni e dei trapianti in Italia, quali organi possono essere donati, dove possono essere fatti i trapianti (in Italia e all’estero), le modalità per esprimere la volontà, le sanzioni possibili

definisce le modalità e la documentazione con cui è possibile fare prelievi di organi da donatori viventi e chi può riceverli.

Dove trovo info sul web?

presenta una sezione dedicata alla Salute solidale dove trovi trovi informazioni sulle donazione di sangue, di cordone ombelicale e organi.

è il sito del Centro Nazionale Trapianti (CNT) del Ministero della Salute: trovi informazioni generali sui trapianti, sui centri abilitati per le donazioni, sulle modalità del prelievo. Ci sono anche link utili per chi vuole diventare donatore di organi, di tessuti e di cellule staminali (cordone ombelicale e midollo osseo).

è la sezione del sito della Regione Piemonte dedicata alla Sanità. Trovi informazioni sui servizi e sulle strutture a cui rivolgerti per la prevenzione negli ambienti di vita e di lavoro, per la tutela della salute nello sport, le vaccinazioni pediatriche e contro il papilloma virus, la diagnosi precoce dei tumori e per accertamenti su malattie sessualmente trasmissibili. Dedica una parte del sito alle Donazioni.

è il sito del Coordinamento Regionale delle donazioni e dei Prelievi di organi e tessuti di Piemonte e Valle d’Aosta. Trovi informazioni generali sulle donazioni di organi e tessuti, sui trapianti, sulle leggi, sulle associazioni di volontariato di settore e sui principali eventi regionali inerenti il tema

Dove trovo info vicino a casa?

Caricamento dati...
 
Lista degli indirizzi

Riassunto

  • Chi dona sangue, organi o midollo osseo può salvare la vita di altre persone
  • Per fare il donatore devi avere alcuni requisiti che variano in base a ciò che devi donare: in ogni caso occorre essere in buona salute e seguire uno stile di vita sano
  • Donare un organo è una tua scelta: per autorizzare la donazione devi firmare una dichiarazione
  • Puoi donare gli organi in vita (con restrizioni sulle donazioni possibili) o dopo la morte.
Ultima modifica: 03/07/2017

Esplora 200 schede tematiche e 10.000 indirizzi utili. Registrati per salvare i tuoi contenuti preferiti e partecipare attivamente.

Ricerca uffici e sportelli

News correlate

Evento
Cultura e creatività, Vita sociale
Carmagnola - Venerdì 1 dicembre, dalle ore 20 in poi, presso il Salone di piazza Antichi Bastioni (Carmagnola), si terrà l’edizion
Bando
Vita sociale
Piemonte - Il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha pubblic
Bando
Vita sociale
Torino - Coabitazioni Giovanili Solidali ri
Evento
Cultura e creatività, Vita sociale
Cuneo - Il 25 novembre, per la Giornata contro la violenza sulla donna il Comune di Cuneo promuove nel mese di novembre una r
Evento
Cultura e creatività, Vita sociale
Settimo Torinese - In occasione del termine del Servizio Civile (bando novembre 2016) e del PLG, l'Informagiovani di Settimo organizza u