Obbligo formativo

Stampa

Stampa i contenuti selezionati

Non hai ancora 18 anni e vorresti completare la formazione con un percorso professionalizzante? Sai cosa si intende per obbligo formativo? In questa scheda troverai informazioni su cosa prevede la legge sull’obbligo di formazione e sul tutor, la figura che ti aiuta nella scelta del percorso più adatto.

Lavagna con lettere dell'alfabeto

Parliamo di...

Obbligo formativo

L’obbligo formativo, previsto dalla legge italiana, si riferisce al diritto-dovere di frequentare un percorso formativo fino ai 18 anni oppure fino a quando si consegue una qualifica professionale o il diploma.

Si usa l’espressione ‘diritto-dovere’ perché è contemporaneamente sia un diritto, all'istruzione e formazione, sia un dovere, perché previsto dalla legge.

L'obbligo formativo può essere confuso con l’obbligo scolastico (chiamato anche ‘obbligo di istruzione’) che invece fa riferimento al diritto-dovere, sempre previsto dalla legge italiana, di frequentare la scuola per almeno dieci anni (dai 6 ai 16 anni).

Percorsi previsti dall’obbligo formativo

L’obbligo formativo può essere assolto attraverso una delle seguenti possibilità:

  • Proseguire gli studi, iscrivendosi a una scuola superiore (scuola secondaria di secondo grado) che ti permette di ottenere un titolo di studio. Per approfondire vai alla scheda Studiare dopo le medie
  • Frequentare un percorso di Formazione Professionale (di almeno tre anni), che integra le conoscenze scolastiche di base con conoscenze tecniche e pratiche, per formare figure professionali da inserire nel mondo del lavoro
  • Iniziare il percorso di Apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale, caratterizzato dall’alternanza studio-lavoro: oltre all'attività lavorativa vera e propria, il datore di lavoro garantisce la formazione necessaria attraverso uno specifico percorso formativo svolto durante l’orario di lavoro, per consentire al lavoratore di ottenere la qualifica per cui è stato assunto.

Se credi di non aver fatto la scelta giusta, ricorda che puoi cambiare anche durante lo svolgimento del percorso formativo: i tre sistemi indicati sono considerati equivalenti ed è prevista la possibilità di passare da uno all’altro attraverso un sistema di riconoscimento dei crediti formativi (le cosiddette ‘passerelle’).

Se serve aiuto

Se fai fatica a continuare il percorso iniziato, vorresti interromperlo o cambiare, rivolgiti al tutor per l’obbligo formativo, una figura prevista dalla legge per offrire aiuto in casi di questo tipo. Il tutor, in accordo con le famiglie e con i servizi del territorio, supporta sia chi esce temporaneamente dai percorsi formativi, sia chi è già inserito nei sistemi della formazione professionale e del lavoro. Il tutor è incaricato dai Centri per l’Impiego: ha il compito di seguire i giovani che escono dal sistema scolastico, aiutandoli a comprendere meglio quali siano le loro reali attese e aspirazioni, le loro potenzialità, per scegliere il percorso formativo più adeguato. Trovi i riferimenti di questi centri al paragrafo Dove trovo info vicino a casa?.

Se hai bisogno di un colloquio di orientamento, puoi anche rivolgerti a uno degli sportelli informativi del progetto Obiettivo Orientamento della Regione Piemonte: offrono un servizio di accompagnamento gratuito rivolto a ragazzi e ragazze dai 12 ai 22 anni. Per cercare lo sportello a cui rivolgerti visita il sito, nella parte "Sei un giovane tra i 12 e i 22 anni? Trova lo sportello di orientamento più vicino a te".

Anche i Centri di orientamento alla formazione possono aiutarti nella scelta del percorso formativo più adatto a te: trovi i riferimenti al paragrafo Dove trovo info vicino a casa?.

Cosa dicono le leggi?

stabilisce che ogni studente deve seguire un percorso formativo di almeno dieci anni, con l’obiettivo di conseguire un titolo di studio di scuola secondaria superiore, o una qualifica professionale di durata almeno triennale, entro il diciottesimo anno di età. L'età per l'accesso al lavoro è di sedici anni.

introduce l’Obbligo formativo. È poi stata integrata dalla L. 53/2003 insieme al D.lgs 76/2005. Oltre a prolungare la durata dei percorsi formativi rispetto al passato, riconosce pari dignità ai diversi percorsi formativi: l’Istruzione Scolastica, la Formazione Professionale e l’Apprendistato.

Dove trovo info sul web?

è la sezione del sito della Regione Piemonte dedicata all’orientamento sulle opportunità di istruzione dopo la terza media e dopo il diploma o la qualifica professionale.

Nella pagina trovi:

  • I riferimenti sulla rete di sportelli pubblici attivi in tutto il Piemonte che offrono un servizio di accompagnamento gratuito rivolto a ragazzi e ragazze dai 12 ai 22 anni
  • Gli appuntamenti, realizzati in tutte le province, per orientare nella scelta del percorso di studi, attraverso i Saloni dell’Orientamento e gli Open Days delle scuole
  • Le guide all'orientamento, dedicate alle opportunità dopo la terza media e dopo il diploma e la qualifica. 
  • Le indicazioni per trovare le opportunità formative offerte dalla Regione Piemonte in svariati ambiti professionali.

il sito del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Trovi molte informazioni sulla scuola e l’università. In particolare nell’archivio dell’area istruzione trovi il comunicato con il regolamento sull’obbligo formativo.

è il portale dell’Isfol (Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori), un ente nazionale che svolge e promuove attività di studio, ricerca, sperimentazione, documentazione, informazione e valutazione nel campo della formazione, del lavoro e delle politiche sociali. È sottoposto a vigilanza del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. In particolare alla pagina Formazione in diritto dovere trovi informazioni sui percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IFP), triennali e quadriennali.

è il sito dell’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte dove trovi circolari e normative sull’obbligo formativo e l’obbligo scolastico.

Dove trovo info vicino a casa?

Caricamento dati...
 
Lista degli indirizzi

Riassunto

  • L’obbligo formativo rappresenta il diritto e il dovere di frequentare attività di formazione fino ai 18 anni di età, oppure fino al conseguimento di un diploma di Stato o di una qualifica professionale
  • Si può rimanere ‘in formazione’ seguendo uno dei tre possibili percorsi: l’istruzione scolastica, la formazione professionale o l’apprendistato
  • Se fai fatica a continuare il percorso iniziato, vorresti interromperlo o cambiare, rivolgiti al tutor per l’obbligo formativo, una figura prevista dalla legge che offre supporto in casi di questo tipo.
Ultima modifica: 12/07/2017

Esplora 200 schede tematiche e 10.000 indirizzi utili. Registrati per salvare i tuoi contenuti preferiti e partecipare attivamente.

Ricerca uffici e sportelli

News correlate

Bando
Lavoro, Studio e formazione
Torino - UniTO (Università di Torino) ha una forte vocazione all'internazionalizzazione e alla promozione della cooper
Corso
Lavoro, Studio e formazione
Alessandria - L'iniziativa proposta dal Comune di Alessandria “Al lavoro… chi ben (ri)comincia" p
Corso
Lavoro, Studio e formazione
Alessandria -  Ad Alessandria sono aperte iscrizioni per il  corso di formazione per tecnico specializzato in contabilità a
Corso
Studio e formazione
- Sono aperte le iscrizioni per il corso di specializzazione in Tecnico Ambiente Energia Sicur
Evento
Lavoro, Studio e formazione, Vita sociale
Rivoli -   L'evento conclusivo del "Servizio Civile anno 2017/2018" a Rivoli si tinge di festa!