Santoni, cure miracolose e truffe

Stampa

Stampa i contenuti selezionati

Conosci i rischi delle cure non testate scientificamente? Sai come difenderti da una truffa in ambito sanitario? In questa scheda troverai informazioni su come riconoscere una cura o un farmaco affidabile, come evitare truffe ai danni della tua salute e come fare denuncia in questi casi.

Mazzo di carte da leggere

Parliamo di...

Santoni, cure miracolose e truffe

Quando ci si trova in difficoltà a causa di una malattia grave, che ci ha colpito direttamente o che coinvolge una persona a noi vicina, è più facile fare scelte non razionali, rischiando truffe e raggiri. In quei momenti, soprattutto se la medicina tradizionale non offre cure risolutive, o se quelle previste sono molto pesanti per il corpo, siamo più fragili. È in questi momenti che rischiamo di entrare in contatto con malintenzionati e truffatori pronti ad approfittare della situazione di difficoltà.

Quando crediamo a promesse e cure miracolose, o magiche, oppure semplicemente riponiamo speranze in medicine che non hanno effetto, affidandoci all’idea che “ormai non c’è nulla da perdere”.

Questi tipi di soluzioni possono essere presentate come:

  • Pratiche magiche o new age (spesso mascherate da Medicine naturali e complementari), pratiche non scientifiche o, in alcuni casi, anti-scientifiche (che cercano di negare il funzionamento della medicina e della scienza)
  • Nuove medicine sperimentali non ancora testate sull’uomo o che, secondo chi le promuove, sono ingiustamente nascoste dalle case farmaceutiche (in questo caso si usa la scienza come mezzo per promuovere la truffa).

In entrambi i casi possono rappresentare soluzioni a cui affidarsi, abbandonando la medicina tradizionale.

Per evitare questi rischi, anche nei momenti di grande disperazione, è bene non isolarsi e parlare con persone qualificate e autorevoli a cui chiedere consiglio e aiuto.

I santoni e le cure ‘magiche’

La disperazione può spingere ad abbandonare la medicina a favore di pratiche non scientifiche, affidandosi alla magia, a santoni, maghi, guaritori, astrologi o stregoni.

Per la legge italiana chi pratica queste attività è un ‘ciarlatano’ ed è punito come truffatore.

Seguire queste pratiche può essere pericoloso, soprattutto se sei spinto ad abbandonare le cure mediche scientifiche a favore di pratiche magiche (che non assicurano nessuna guarigione).

Le cure miracolose possono prevedere la semplice preghiera, rituali bizzarri (ad esempio imposizione di mani o di oggetti ‘magici’), o l’uso di ‘pozioni’ magiche. Bere false pozioni può essere pericoloso, il santone potrebbe aver alterato il liquido con droghe o sostanze dannose per la tua salute per ottenere soldi e/o farti credere di essere ammalato.

Fai molta attenzione alle richieste di soldi: sono la prova che dietro a queste pratiche si nascondono truffe il cui solo scopo è di guadagnare sulle vittime e sulle loro famiglie. Possono essere richieste donazioni anche molto grandi, approfittando della speranza della vittima di una guarigione miracolosa.

In alcuni casi la truffa non ha come obiettivo il denaro, ma favori o sostegno: in questi casi il santone cerca di plagiare la vittima facendogli un vero e proprio lavaggio del cervello e lo induce ad esempio ad allontanarsi dalla famiglia, ad avere rapporti sessuali etc.

In questi momenti è quindi importante affidarti a qualcuno di cui hai fiducia e che possa aiutarti a scegliere la soluzione migliore per il tuo bene, senza spingerti a scelte indotte dalla paura.

Se ti accorgi di essere stato vittima di una truffa, o se lo è stata una persona vicina a te, denuncia subito il reato ai Carabinieri (112). Se hai bisogno di aiuto per la denuncia puoi anche rivolgerti all’associazione SOS Antiplagio Onlus, che potrà aiutarti dal punto di vista legale e psicologico.

Finti medicinali rivoluzionari

Riconoscere una truffa mascherata da cura magica è facile. Se però la truffa si nasconde dietro la maschera della scienza e della medicina, diventa molto più difficile coglierla.

On line trovi numerose medicine che promettono guarigioni da malattie gravissime. Spesso, la loro vendita è accompagnata dalla garanzia di essere il rimedio a malattie che non hanno ancora una cura ‘ufficiale’ (validata dai servizi sanitari), incolpando le case farmaceutiche di ostacolarne la distribuzione.

Queste finte cure non sono da confondere con i medicinali sperimentali, che sono creati e studiati in tutto il mondo da laboratori attrezzati e che seguono un percorso di sperimentazione rigido e standardizzato, per verificare l’efficacia dei farmaci e tutti gli effetti che hanno sulla salute. Questo percorso, che ogni farmaco devo seguire, fatto di test e controlli, è assente nelle cure miracolose che troppo spesso si incontrano on line.

Il problema in questi casi è riuscire a distinguere i farmaci veri (e affidabili) da quelli falsi (di cui non si conoscono gli effetti). In alcuni casi, trasmissioni televisive, telegiornali, siti internet e giornali possono parlare di queste cure: è molto importante non fidarsi ciecamente.

Prima di assumere medicinali, o composti presentati come tali, è fondamentale scoprire se è un farmaco riconosciuto dall'Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa), l’ente pubblico che ha il compito di decidere quali farmaci possono essere utilizzati e venduti in Italia e che avvia le sperimentazioni di medicine innovative.

Rivolgiti al tuo medico di base, o al medico che ti ha in cura, che potrà aiutarti a capire se si tratta di un farmaco in fase di sperimentazione o di adozione da parte dell’Aifa o se sei di fronte a una truffa. Il medico può offrirti supporto per denunciare coloro che ti stanno truffando.

Se non vuoi rivolgerti subito a un medico, puoi anche utilizzare la rete per capire l’attendibilità del farmaco, in particolare puoi:

  • Verificare la presenza del medicinale o dell’azienda che lo produce nella Banca Dati Farmaci dell'Agenzia Italiana del Farmaco, l'unica banca dati ufficiale che permette la consultazione di informazioni sui farmaci autorizzati in Italia. Puoi cercarlo attraverso il nome del farmaco, del principio attivo (la molecola principale della cura) o dell’azienda che l’ha ideato e commercializzato. Se non c’è in questo database, il farmaco potrebbe essere inutile e inefficace
  • Cerca il nome del farmaco o di chi lo ha realizzato all’interno di database di pubblicazioni scientifiche come Europe PubMed Central o sul Registro Internazionale dei Test Clinici: difficilmente un medico o un serio ricercatore proporranno una cura senza aver pubblicato articoli scientifici a riguardo. Entrambi i siti, come la maggior parte delle pubblicazioni scientifiche, sono in lingua inglese
  • Scopri se la cura ha superato le tre fasi di sperimentazione preclinica (per una spiegazione di quali sono i passaggi leggi la pagina Come nasce un farmaco dell’Aifa) verificando nel database del Registro europeo dei trial clinici, dove sono indicati tutti i farmaci in fase di sperimentazione. Il sito non è disponibile in lingua italiana ed è necessario fare la ricerca in lingua inglese.

Questi controlli sono essenziali perché, come nel caso delle cure dei ciarlatani, questo genere di medicinali può determinare danni alla salute: i farmaci sono prodotti chimici, se non sono stati sufficientemente testati, possono avere effetti collaterali gravi e interferire con altre medicine.

Inoltre, assumendo farmaci non validati rischi di essere vittima di una truffa: per i medicinali non approvati dall’Aifa e dal Ministero della Salute, il costo della cura, che è spesso molto alto, sarà totalmente a carico tuo (non potrai quindi godere del costo agevolato del ticket previsto dal Sistema Sanitario Nazionale o della copertura di assicurazioni sanitarie).

Se vuoi approfondire il tema leggi l’opuscolo pubblicato dall’Aifa Non ho nulla da perdere a provarlo (lo trovi nella sezione download): spiega i rischi delle cure miracolose, i danni che provocano, come riconoscerle e perché è meglio evitarle.

Farmacie on line e farmaci contraffatti

Con internet è possibile comprare da tutto il mondo senza spostarsi da casa. Così, sono nate le farmacie on line che promettono la vendita di farmaci e integratori, normalmente in commercio, a prezzi molto più bassi rispetto alle farmacie tradizionali.

In alcuni casi sono effettivamente gli stessi prodotti scontati, a volte però si è di fronte a:

  • Prodotti contraffatti, in cui il principio attivo è presente in quantità insufficienti per funzionare o il cui contenuto reale non è il principio attivo del farmaco originale e non se ne conoscono gli effetti collaterali
  • Prodotti mal conservati, i farmaci devono essere mantenuti a temperature controllate, diversamente c’è il rischio che si modifichino le proprietà del farmaco stesso e, nei casi peggiori, che diventi tossico.

Per questo motivo in Italia, e in molti altri Paesi, sono vietate le farmacie on line. Tuttavia non è proibito acquistare dai siti esteri. Pertanto, a meno che il sito ti sia stato suggerito dal tuo medico, diffida delle farmacie on line: anche se potresti risparmiare, il rischio di acquistare un farmaco contraffatto o dannoso per la tua salute è alto.

Se incontri on line uno di questi siti, segnalalo alla task-force nazionale contro la contraffazione farmaceutica (Impact Italia) compilando un semplice form che trovi sul sito Iss.it.

Per approfondire il tema dei farmaci contraffatti visita la sezione Farmaci contraffatti di Impact Italia, dove trovi numerose guide che trattano nel dettaglio tutti i pericoli dell’acquisto di medicine on line.

Cosa fare in caso di truffa

Se scopri di essere stato vittima di una truffa sanitaria non isolarti, parlane con il tuo medico o con una persona fidata e denuncia quanto ti è successo agli organi di polizia. Non c’è motivo di vergognarsi per essere caduto in una ‘trappola’, né di avere paura.

La denuncia deve essere fatta ai Carabinieri (chiamando il 112) e in particolare ai Nuclei Antisofisticazioni e Sanità (Nas), che si occuperanno di aprire e portare avanti le indagini. Segnalando il caso, aiuti te stesso e le altre persone che potrebbero essere vittima della stessa truffa.

Se ti sei sottoposto a cure non testate, conserva il farmaco per farlo analizzare e per scoprire con precisione quali sostanze hai assunto e quali effetti collaterali potresti avere.

Ci sono alcune altre segnalazioni che puoi fare, per evitare che altre persone cadano nella trappola della stessa finta cura:

  • Controlla che la persona a cui ti stai affidando sia un vero medico, ricercando tramite il motore di ricerca messo a disposizione dalla FNOMCeO (Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri)
  • Se la persona che ti ha truffato è un medico, puoi segnalarlo alla sezione dell’Ordine dei Medici a cui è registrato. Per scoprire in quale provincia è registrato utilizza il motore di ricerca degli iscritti, messo a disposizione dalla FNOMCeO, dove sono indicate le principali informazioni del medico. Una volta scoperto qual è la provincia di competenza puoi scrivere o telefonare alla segreteria: trovi le informazioni per contattarli nell’elenco pubblicato dalla FNOMCeO
  • Segnalare all’Agcm (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) la presenza di finti farmaci messi in commercio, compilando il modulo on line di Segnalazione in materia di tutela del consumatore e di pubblicità ingannevole e comparativa. Per compilare il modulo devi prima registrarti, in modo da avere una username e una password. Grazie alle credenziali puoi accedere al modulo di segnalazione, ricordati che nella ‘Sezione 3’ del modulo devi selezionare le voci ‘proprietà salutistiche e terapeutiche’ e ‘il pericolo per la salute e la sicurezza dei consumatori’.

Una volta denunciata la truffa puoi anche considerare di fare causa a chi ti ha venduto la cura (per sapere come leggi la scheda Difendo un diritto).

 

Info da ricordare

  • Prima di affidarti a nuove cure o a medicine alternative parlane con una persona di fiducia (ad esempio il tuo medico di base). Non prendere la decisione da solo, il tuo giudizio potrebbe essere offuscato dalla situazione difficile e potresti non accorgerti di essere vittima di una truffa
  • Dubita di persone che testimoniano il funzionamento di cure miracolose: potrebbero essere parte della truffa stessa o, anche se in buona fede, potrebbero essersi auto-convinte che la propria guarigione o miglioramento è merito di questi preparati. Tieni presente il cosiddetto ‘effetto placebo’(la nostra mente potrebbe indurci a stare meglio perché crede di avere assunto un farmaco efficace, anche se in realtà non è così): l’eventuale miglioramento percepito potrebbe non essere mai avvenuto e il merito potrebbe essere di precedenti cure mediche
  • Se scopri di essere stato vittima di una truffa denuncia subito le persone che ti hanno raggirato. Non preoccuparti dei giudizi altrui: è facile fare errori in momenti di crisi. Denunciando potrai aiutare altre persone a evitare di cadere vittime della stessa truffa
  • Quando trovi il sito che presenta una cura innovativa o miracolosa cerca di verificare la sua attendibilità all’interno di altri portali e database. Non fidarti solo di testimonianze pubblicate all’interno del sito: non puoi sapere se sono vere.

Cosa dicono le leggi?

descrive e condanna il lavoro del ciarlatano, colui che guadagna sulle debolezze delle altre persone (indovini, interpreti dei sogni, cartomanti) attribuendosi poteri magici e miracolosi

applica le norme europee per il contrasto alla vendita di medicinali falsificati. In particolare assegna il compito alle istituzioni (Aifa e Forze dell’Ordine) di bloccare i siti internet che vendono farmaci illegali.

Dove trovo info sul web?

presenta la sezione Aifa per il cittadino dedicata ai cittadini. In particolare nel menu verticale a sinistra ‘Abc del farmaco’, trovi informazioni su come nasce un farmaco, come utilizzarlo e come acquistarlo legalmente. All’interno del menu orizzontale trovi il link per accedere alla Banca Dati dei Farmaci che permette di cercare i farmaci sulla base del nome del medicinale, del principio attivo e dell’azienda che lo produce. Per ogni farmaco è possibile scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino) o una descrizione più breve. Puoi anche scaricare la Banca Dati dei Farmaci in forma di app per smartphone e tablet

è il sito della task-force nazionale contro la contraffazione farmaceutica, impegnata nel controllo e nella divulgazione dei rischi dei farmaci contraffatti. In particolare nelle sezioni Faq e Farmaci contraffatti trovi materiali informativi per conoscere meglio i pericoli che questi medicinali portano

è un blog che ha lo scopo di informare e mettere in guardia contro le pseudo-medicine e le cure non testate. Sul blog trovi guide informative su alcuni casi di false cure, diventati famosi perché raccontati da giornali e televisioni.

Dove trovo info vicino a casa?

Caricamento dati...
 
Lista degli indirizzi

Riassunto

  • Quando si ha una malattia grave è facile affidarsi a chi promette una cura miracolosa, soprattutto quando la medicina tradizionale non è in grado di aiutare. Devi fare attenzione a queste promesse e non devi mai isolarti, parlane con il medico che ti segue per farti aiutare
  • Puoi incontrare cure miracolose sia sotto forma di pozioni e magie sia come nuovi farmaci non accettati dalla comunità scientifica. In entrambi i casi devi fare molta attenzione prima di fidarti: possono essere truffe per sottrarti soldi e possono anche essere pericolose per la salute
  • On line esistono farmacie che vendono medicinali a basso costo. Quei farmaci possono essere contraffatti e potrebbero non avere effetto o, nel peggiore dei casi, essere tossici.
Ultima modifica: 29/06/2017

Esplora 200 schede tematiche e 10.000 indirizzi utili. Registrati per salvare i tuoi contenuti preferiti e partecipare attivamente.

Ricerca uffici e sportelli

News correlate

Evento
Vita sociale
Santena - Superare le paure, andando oltre i muri e le barriere grazie al teatro.
Evento
Vita sociale
Nichelino - A partire dall' 8 febbraio si aprirà la IV edizione, a Nichelino, di "Carri, Coriandoli, Chiacchiere
Evento
Vita sociale
Piemonte - La redazione di Piemonte Giovani si ferma per le festività. 
Aiuti economici
Vita sociale
Santena -