Transessualità

Stampa

Stampa i contenuti selezionati

Conosci il significato del termine ‘transessuale’? Conosci una persona che non si sente a suo agio nel corpo in cui è nata? In questa scheda scoprirai cos’è la transessualità, chi sono i trans e le trans, quali percorsi bisogna affrontare per cambiare il proprio sesso e far riconoscere la propria condizione in Italia.

Bandiera arcobaleno

Parliamo di...

Transessualità

Una persona transessuale sente di appartenere al sesso opposto rispetto al corpo in cui è nata. Ciò dipende dall’identità di genere, cioè il ‘sentimento di appartenenza’ al genere femminile o maschile. Una dimensione personale che permette di dire: “io sono un maschio”, “io sono una femmina”. Le persone transessuali dicono “io mi sento un uomo” anche se sono nate in un corpo femminile, oppure “io mi sento una donna” anche se sono nate in un corpo maschile.

Si definiscono transgender le persone che sentono di non appartenere, completamente, né all'uno né all'altro sesso: non si sentono maschi o femmine in modo netto. La persona transessuale vive solitamente una iniziale condizione di confusione e profondo disagio.

In generale, ci si aspetta che il corpo maschile ‘contenga’ un uomo e quello femminile ‘contenga’ una donna: quando questo non accade, la persona è spesso confusa rispetto al proprio vissuto, fatica ad avere una chiara consapevolezza della propria condizione e a spiegarla agli altri.

Chi intraprende un percorso di cambiamento, detto di ‘transizione’, verso il genere desiderato può arrivare, o meno, alla trasformazione fisica vera e propria, con interventi chirurgici agli apparati genitali esterni.

Il termine transessuale si declina:

  • Al femminile ‘la transessuale’ per indicare persone di sesso anatomico maschile che sentono di essere femmine (MtF – Male to Female)
  • Al maschile ‘il transessuale’ per indicare persone di sesso anatomico femminile che sentono di essere maschi (FtM – Female to Male).

Entrambi desiderano vivere la loro vita nella dimensione psicologica e sociale a cui sentono di appartenere. Desiderano avere un corpo che corrisponda il più possibile al proprio vissuto psicologico e documenti anagrafici che si accordino con il sesso al quale sentono di appartenere.

Per approfondire l’argomento, leggi anche:

  • La pagina Il transessualismo del sito dell’ONIG - Osservatorio Nazionale sull’Identità di Genere
  • La pagina Transessualismo del sito ufficiale dell’enciclopedia Treccani.

Il percorso di cambiamento

Il percorso di cambiamento (transizione) di una persona transessuale, è molto lungo e complesso. Se sei una persona che ha intenzione di affrontarlo, o ne conosci una, è bene che tu sia molto motivata e informata su tutto quello che dovrà affrontare: come le cure ormonali, le sedute psicologiche, l’investimento di tempo e denaro, le scelte sul piano medico e legale. Per saperne di più sul percorso di ‘transizione’, vai alla pagina Il percorso in pillole del sito dell’ONIG - Osservatorio Nazionale sull’Identità di Genere.

È importante sapere che non è un percorso obbligato: non tutti desiderano affrontare gli stessi passi, così come non tutti sentono necessaria la strada dell'intervento chirurgico, che risolve solo alcuni degli aspetti della vita di chi è transessuale.

La persona transessuale può avere diversi problemi negli ambiti della vita quotidiana (famiglia, relazioni sociali e affettive, studio, lavoro, etc.): per approfondire questo tema leggi la pagina Le difficoltà sociali dell'Osservatorio Nazionale sull’Identità di Genere.

Dopo il cambiamento

Il percorso di transizione, anche se complesso e ricco di momenti difficili, puoi migliorare la qualità della vita delle persone transessuali per diversi motivi:

  • L’impressione di se stessi è finalmente soddisfacente, le persone (qualunque sia il punto di arrivo della loro transizione) si sentono bene col proprio corpo, o comunque si sentono meglio
  • Il ruolo sociale è finalmente vissuto come la persona ha sempre desiderato
  • Il rapporto con gli altri (parenti, partner, amici, colleghi) migliora perché le persone stanno meglio con se stesse.

Se vuoi ottenere il cambiamento dei tuoi dati anagrafici, dovrai fare una domanda di rettificazione dell'attribuzione del sesso e dell'anagrafica (cambio dei dati sui documenti) in tribunale. Se vinci la sentenza il giudice di pace ordina all'ufficiale di stato civile del comune, dove è stato compilato il tuo atto di nascita, di modificare i tuoi dati. In seguito potrai ottenere la sostituzione del tuo nome e del tuo sesso su tutti i documenti (carta d'identità, patente, tessera sanitaria, ect.).

I servizi di ascolto

Se inizi ad avere dubbi sulla tua identità di genere e questo ti provoca disagio, insicurezza o anche solo dubbi, ma non vuoi esporti con le persone vicino a te, puoi rivolgerti:

  • Alle associazioni LGBT. Molte di queste offrono servizi di ascolto presso le loro sedi locali. Trova la più vicina a te al paragrafo Dove trovo info vicino a casa?
  • Agli uffici pubblici di parità di genere e LGBT, trovi i riferimenti al paragrafo Dove trovo info vicino a casa?
  • Al Centro Interdipartimentale Disturbi Identità di Genere (CIDIGEM) che ha sede a Torino. Oltre ad essere un centro per gli interventi chirurgici dedicati al cambio di genere, è attivo anche con un servizio di ascolto e supporto psicologico per adulti, bambini e adolescenti, che si dimostrano confusi rispetto alla propria identità sessuale.
  • Ai consultori familiari. Alcuni di questi attivano degli spazi per adolescenti dove puoi liberamente parlare della tua sessualità con personale specializzato in psicologia, in modo gratuito e senza impegno. Spesso, inoltre, sono attivati anche centri d’ascolto dedicati ai ragazzi tra i 13 e i 21 anni. Per saperne di più su questi servizi leggi la scheda Sesso e salute, dove trovi anche l’elenco dei consultori più vicini a te.

Info da ricordare

  • Se sei interessato ad approfondire il tema delle discriminazioni di genere e l’omofobia (a scuola, nello sport, al lavoro), leggi le schede orientative Mi sento discriminato, Lavoro: abusi e discriminazioni, Discriminazione e sport e Bullismo e Cyberbullismo. Se per difendere i tuoi diritti hai bisogno di supporto legale, puoi rivolgerti alla associazioni LGBT. Puoi trovare quella più vicina a te al paragrafo Dove trovo info vicino a casa?
  • Generalmente quando si fa riferimento alla comunità che comprende gay, lesbiche, bisessuali e transessuali si usa il termini LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender) o Queer
  • Il cambio del nome sui documenti può avvenire dopo la vittoria di una sentenza del giudice di pace. Per vincere la sentenza e ottenere il cambiamento del nome, non è obbligatorio fare un intervento chirurgico agli organi genitali
  • Per avere rapporti sessuali sicuri e protetti leggi le schede Contraccezione e Infezioni sessualmente trasmissibili
  • Ciò che rende il percorso particolarmente difficile è il modo in cui la società tratta le persone transessuali: è ancora diffuso un forte pregiudizio nei loro confronti, che porta a discriminarli ed emarginarli. L'immagine che danno i media, le notizie scandalistiche, la morbosità, l'idea di peccato, sono tutti elementi che alimentano questo pregiudizio.
  • Le associazioni di persone transessuali lavorano proprio per sfatare i miti ed eliminare pregiudizi attraverso forme di sensibilizzazione culturale e sociale, come incontri pubblici, proiezioni di film, presentazioni di libri, mostre, attività nelle scuole e nei luoghi di lavoro.

Cosa dicono le leggi?

è la legge che regola il percorso di riassegnazione chirurgica e anagrafica di sesso, per coloro che desiderano intraprenderlo. È la legge che permette agli individui di cambiare il proprio sesso attraverso un percorso psicologico, farmacologico, chirurgico e legale.

Dove trovo info sul web?

è il sito dell’ONIG, l’osservatorio che si propone di favorire il confronto e la collaborazione di tutte le realtà interessate ai temi transgender e del transessualismo. L’Osservatorio indica linee guida di intervento medico, chirurgico, psicologico e legale, per garantire la qualità dell’assistenza per le persone transessuali e i professionisti del settore. Nella pagina Il percorso in pillole è descritto quello che chi affronta il percorso di transizione probabilmente dovrà affrontare psicologicamente, farmacologicamente e chirurgicamente. Nella pagina la legge invece trovi tutte le informazioni e le modifiche che sono state fatte alle leggi sul transessualismo in Italia.

è la pagina del sito del Comune di Torino dedicato ai servizi LGBT, ha come obiettivo il superamento delle discriminazioni basate sull'orientamento sessuale e sull'identità di genere.

è un'enciclopedia che cura contenuti sulle tematiche gay, lesbiche, bisessuali e transgender gestito dall'associazione Culturagay.it

Dove trovo info vicino a casa?

Caricamento dati...
 
Lista degli indirizzi

Riassunto

  • Una persona transessuale sente di appartenere al sesso opposto rispetto al corpo in cui è nata
  • Le persone transgender sentono di non appartenere completamente né all'uno né all'altro sesso
  • I transessuali e le transessuali desiderano avere un corpo e un’identità (compresi i documenti anagrafici) che si accordino con il sesso al quale sentono di appartenere
  • Il percorso di transizione, pur essendo complesso e ricco di momenti difficili, rende migliore la qualità della vita delle persone transessuali: l’impressione di se stessi, il ruolo sociale, il rapporto con gli altri.
Ultima modifica: 23/05/2019

Esplora 200 schede tematiche e 10.000 indirizzi utili. Registrati per salvare i tuoi contenuti preferiti e partecipare attivamente.

Ricerca uffici e sportelli

News correlate

Evento
Vita sociale
Moncalieri - Ripartono le iniziative di Moncalieri con "Santa Maria", una  stagione di eventi e spettacoli per tornare ad essere c
Evento
Vita sociale
Rivoli - Giovedì 26 giugno dalle 16 alle 18 presso l'Informagiovani di Rivoli, C.so Susa 128 - Parco Salvemini si terrà l'inco
Evento
Vita sociale
Poirino - Dalla piazza reale a quella virtuale.
Evento
Vita sociale
Piemonte - Il Comune di Santena sostiene l'iniziativa di promozione dei prodotti agroalimentari piemontesi lanciata dall
Vita sociale
Piemonte - In queste settimane di emergenza Coronavirus la Regione Piemonte  invita tutti a seguire scrupolosamente le misure ig